Sergio Mottura Latour a Civitella

Sergio Mottura Latour a Civitella

Sergio Mottura Latour a Civitella

Data di spedizione: 20/01/2020 - 21/01/2020

21.50

Nazione Italia
Regione Lazio
Classificazione IGT
Anno 2016
Formato 0,75
Vitigni Grechetto 100%
Grado Alcolico 14°
Colore Giallo dorato intenso
Profumo Impatto olfattivo elegante, complesso, con sentori di frutta bianca, agrumi, burro fuso e nocciola.
Gusto Vino decisamente di corpo, morbido, e piacevolmente fresco con finale persistente di frutta e vaniglia.
Abbinamento Tutti i piatti sapidi e con gusti decisi, perfetto con zuppa di cipolle, ribollita toscana, minestra di farro e ceci, baccalà alla livornese, oca al forno alla contadina, pappardelle al cinghiale.
Temperatura di servizio 10-12°C
Spedizione Veloce

Tutti gli ordini vengono spediti in 24h/48h

Pagamenti Sicuri

Pagamenti online certificato e sicuro

Spedizione gratuita

Per acquisti superiori a 99,00 Euro spedizione gratuita. Solo Italia. Non valida con i prodotti in offerta.

Descrizione

Sergio Mottura Latour a Civitella

All’assemblaggio contribuiscono le migliori uve dei cinque vigneti di Grechetto clone Poggio della Costa, ed è fermentato in barriques di rovere francese.
Di un giallo dorato intenso, ha un impatto olfattivo elegante e complesso, con sentori di frutta bianca, agrumi, burro fuso e nocciola. Un vino decisamente di corpo, morbido e piacevolmente fresco con finale persistente di frutta e vaniglia.
Da abbinare a piatti sapidi con gusti decisi: perfetto con zuppa di cipolle, ribollita toscana, baccalà alla livornese, oca arrosto, pollo e coniglio coi peperoni o con piatti fortemente speziati come tutti i curry o, ancora, il gazpacho.

“Uno dei più grandi bianchi d’Italia” – Gambero Rosso

Azienda:

Sergio MotturaLa tenuta Mottura si estende su 130 ettari in un territorio ricco di risorse naturali, delimitata ad ovest dalle colline e dai calanchi argillosi di Civitella d’Agliano e ad est dalla pianura umbra bagnata dal Tevere.

La vocazione vinicola di questi colli era nota sin dal 1292, quando sui registri del catasto di Orvieto questa era definita fra le zone più elette per la produzione del vino omonimo. Questa zona, rimasta indenne da insediamenti urbani ed industriali, offre ancora oggi vaste aree di primitiva bellezza, panorami selvaggi punteggiati da boschi, laghi e torrenti in uno scenario di natura intatta, nonostante la vicinanza di grandi città come Roma e Firenze.

La tenuta appartiene dal 1933 alla famiglia Mottura, che ha fortemente voluto salvaguardarne il ricco patrimonio naturalistico. Negli anni Sessanta iniziò la modernizzazione dell’azienda: dalla conduzione a mezzadria si passò a quella diretta e si iniziò a ricercare un utilizzo ottimale dei terreni dove da secoli la vite ha il proprio habitat. All’epoca i vigneti, vecchi di molte generazioni, erano ancora impostati secondo il sistema ereditato dagli Etruschi con le viti “maritate” a piante d’alto fusto che le sostenevano.

Sotto la guida di Sergio Mottura questi vecchi impianti vennero sostituiti da vigneti specializzati utilizzando strutture e criteri moderni, fino a coprire gli attuali 36 ettari vitati, mentre ogni anno nuovi impianti garantiscono la continuità del livello qualitativo raggiunto. Nello scegliere le varietà da impiantare privilegiamo quelle indigene, da sempre presenti nella zona, selezionandone i cloni dalle caratteristiche più adatte alla vinificazione. La lunga coltivazione nello stesso ambiente ha prodotto una selezione naturale delle specie che meglio si difendono dagli agenti patogeni locali, permettendo una migliore gestione dell’allevamento biologico.

 

Informazioni aggiuntive

Peso 1,5 kg
Grapes

Grechetto

Denomination

IGT

Food pairings

Cinghiale, Minestre, Pesce

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Sergio Mottura Latour a Civitella”

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: