dolcetto d'alba elio altare

Elio Altare Dolcetto d’Alba DOC 2020

15.00

Nazione Italia
Regione Piemonte
Classificazione DOC
Anno 2020
Formato 0,75
Vitigni Dolcetto  100%
Grado Alcolico 13.5°
Colore
Rosso porpora fitto
Profumo Sentori eleganti di violetta e piccoli frutti rosso
Gusto Asciutto, morbido, tannini accennati ma morbidi. Intenso sapore di frutti rossi
Abbinamento Ideale come aperitivo, antipasti, primi, carni bianche, panini, pizza
Temperatura di servizio 17°
Imbottigliato da: AZIENDA AGRICOLA ELIO ALTARE DI SILVIA ALTARE
Prodotto da: AZIENDA AGRICOLA ELIO ALTARE DI SILVIA ALTARE
Contiene Solfiti SI
Spedizione Veloce

Tutti gli ordini vengono spediti in 24h/48h

Pagamenti Sicuri

Pagamenti online certificato e sicuro

Spedizione gratuita

Per acquisti superiori a 99,00 Euro spedizione gratuita. Solo Italia.

Visualizza carrello

Descrizione

Elio Altare Dolcetto d’Alba DOC 2020

 

Elio Altare Dolcetto d’Alba DOC 2020 viene prodotto utilizzando uve 100% Dolcetto d”Alba  da vitigni  con almeno 20/40 anni raccolte nei  comuni di, La Morra, Castiglione Falletto, Serralunga d’Alba.

La vinificazione prevede macerazione sulle bucce in rotofermentatore a temperatura controllata per 2 massimo 3 giorni, maturazione in acciaio per 10 mesi.
Il risultato è un vino dal colore rosso porpora fitto, sentori eleganti di violetta e piccoli frutti rosso. Al palato è asciutto, morbido, tannini accennati ma morbidi. Intenso sapore di frutti rossi. Ottimo in abbinamento con  antipasti, primi, carni bianche, panini, pizza, ideale anche  come aperitivo.

Azienda:

Audisio vini - Elio AltareIl nonno Giuseppe arrivò a La Morra nel 1948, la famiglia Altare era originaria di Dogliani, anche se antiche carte e testamenti, tradotti da un parente arciprete, narrano di un ceppo di vaga origine ebraica proveniente dalla Palestina.

Giuseppe acquistò la cascina a La Morra, circa 5 ettari, un po’ di vigneti di nebbiolo, barbera e dolcetto e poi tante nocciole pesche e mele, a quel tempo i frutteti rendevano più delle vigne.
Tempi non facili, vista la crisi che durava da anni, fu per questo che Elio con altri amici decise di conoscere le altre realtà viticole oltre confine per cercare di carpirne il successo. Il primo viaggio in Borgogna, nel gennaio del 76, fu una folgorazione, tornato convinto della necessità di cambiare “prima di tutto la nostra testa”, ma anche il modo di coltivare le vigne e produrre e vendere il vino, Elio decise di cominciare a sperimentare altre strade in alternativa a quelle tradizionali.
Si aiutò con una motosega, che con granitica determinazione brandì come una spada: prima nel frutteto tagliando le piante e poi in cantina riducendo in legna da ardere le vecchie e grandi botti, per far posto alle prime barriques nuove.
Il padre Giovanni non capì quelle scelte drastiche e si rifugiò nel silenzio, quel figlio rompeva con tutto il suo mondo ed era indegno delle sue vigne, morì nel 1985 diseredandolo. Questa scelta costrinse quindi Elio a ricomprare la terra e la cantina dal fratello e dalle sorelle che nel frattempo avevano deciso di non fermarsi in azienda.
Elio non mollò e non ha mollato, deciso a cambiar rotta per dare un’ altra interpretazione al vino, privilegiando l’eleganza, la finezza e l’equilibrio, seguendo un severo lavoro in vigna, adottando in cantina nuove tecniche di vinificazione ed affinamento finalizzate ad esaltare il vitigno ed il territorio, insegue ancora oggi con caparbietà il suo sogno.
Le nostre piccole dimensioni permettono ancora oggi una gestione semplice e a carattere familiare. Sotto la supervisione costante di Elio, l’azienda consta attualmente di circa 10 ettari e la produzione media annua è di circa 70.000 bottiglie.

Informazioni aggiuntive

Peso 1.5 kg
Grapes

Nebbiolo

Denomination

DOCG

Food pairings

Carne Rossa, Formaggi, Selvaggina

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.


Recensisci per primo “Elio Altare Dolcetto d’Alba DOC 2020”